Film e Serie TV

Strappare lungo i bordi

Se ancora non l’avete vista vi consigliamo di rimediare. Aprite Netflix e guardatevi la nuova serie Strappare lungo i bordi di (e con) Zerocalcare.

Ad oggi è la serie Netflix del momento: la più vista in assoluto, quella che si guarda tutta d’un fiato. Strappare lungo i bordi di Zerocalcare sta veramente riscuotendo un successo da record.

L’hanno definita struggente e chirurgica nell’inchiodare alla sedia lo spettatore con uno spaccato di vita che riguarda soprattutto i Millennial. I temi trattati però fanno parte di ognuno di noi e per questo i memes realizzati con le frasi e i dialoghi ormai cult della serie sono dovunque sul web e sono tantissimi.

Il fulcro della serie è infatti l’insieme di aneddoti e storie che fanno parte della vita del protagonista (Zerocalcare) che come sempre combatte e si confronta con la sua coscienza alter ego, ovvero l’Armadillo (interpretato nel doppiaggio da Valerio Mastandrea).

Strappare lungo i bordi: perché la serie non poteva che avere una parlata  romana | Wired Italia

Sei episodi da paura

Sono solo sei gli episodi dalla narrativa articolata e avvincente. Fanno paura le grandi verità narrate in ognuno di essi.

Cosa possiamo dire? Un prodotto unico, avvincente ed emotivamente disarmante. In pratica con Strappare lungo i bordi Zerocalcare più che raccontare sé stesso con episodi di vita vissuta, ci aiuta a ricordare chi siamo e come dovremmo comportarci al di là delle convenzioni sociali.

Un uragano mediatico che ci aiuta a vedere le cose da un punto di vista tagliente ed oggettivo. Ci voleva e ci dispiace che ogni episodio duri così poco.

Parliamo di Zerocalcare

I veri nerd lo conoscono già. Michele Rech, in arte Zerocalcare, ha debuttato nel 2011 con La profezia dell’Armadillo; un albo a fumetti divenuto per alcuni leggenda.

Quel prodotto è molto più di un semplice fumetto: è una storia a colori, dirompente e sarcastica, che aiuta con autoironia a leggere fuori dagli schemi della vita di ogni giorno.

Dopo 10 anni ecco che arriva la sua prima serie animata – Strappare lungo i bordi, appunto – prodotta in collaborazione con Bao Publishing, Netflix e lo studio d’animazione Movimenti.

Per i fan un momento tanto atteso, per chi invece non conosceva l’opera del fumettista una vera scoperta.

Zerocalcare in 10 anni ha sicuramente avuto una sua evoluzione personale: uno stile sempre più coeso e graffiante, che lo contraddistingue e lo fa amare anche da chi non segue i fumetti.

STRAPPARE LUNGO I BORDI/ Il vero successo della serie di Zerocalcare

L’animazione di Strappare lungo i bordi

La serie è già un cult. I riferimenti alla pop culture e tutta la critica velata all’inadeguatezza sociale che prova Zero (e che proviamo tutti noi) esasperano la percezione della nostra vita di tutti i giorni.

L’animazione è stata tutta creata e basata sullo stile di Zerocalcare, arricchendosi però di colori brillanti, fluidi e vibranti che rendono la narrazione scorrevole e meno frammentata come di solito sono le serie tratte dai fumetti che ne riprendono lo stile per scene in toto.

Cosa fa Zerocalcare con la sua serie?

Strappare lungo i bordi ha un obiettivo: mostrare le paure più profonde di ognuno di noi, estrapolandovi qualcosa di buffo e sincero.

L’autore vuole che innescare una lotta contro i canoni imposti dalla società – nello specifico legata alla vita romana, rebibbiana soprattutto.

La serie ci mostra amarezza, cinismo e sarcasmo. Un mix di situazioni in cui lo spettatore può ritrovarsi e riflettere andando a capire dove lavorare – su sé stesso – per raggiungere quella cosa che alla fine cerchiamo tutti: l’equilibrio. Sarà possibile? Una cosa che si capisce è che possiamo eliminare il superfluo e sentirci comunque appagati.

Cosa ci proporrà in futuro Zerocalcare? Aspettiamo con ansia la sua prossima serie sul senso della vita per continuare a sorridere delle nostre stranezze quotidiane.

Condividi questo articolo

Più Letti degli ultimi 7 giorni

SocialBoost.it è un raccoglitore automatico di notizie dell'ultima ora di cronaca, politica e attualità locale, nazionale ed internazionale. Il notiziario viene creato dal nostro algoritmo di classificazione automatica di testi con le ultimissime novità dai quotidiani e le agenzie di stampa online italiane.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Molte immagini pubblicate, appartengono al patrimonio condiviso in rete. Per alcuni contenuti non è stato possibile trovare l'autore. I titolari potranno, comunque, segnarlo per l'inserimento. Chiunque ravvisasse una possibile violazione di diritti d'autore può segnalarlo e provvederemo alla tempestiva rimozione del contenuto specifico. 

RICHIESTE DI CANCELLAZIONE – ELIMINAZIONE CONTENUTI –  

Social Boost è un format – un aggregatore di notizie di terze fonti specificatamente citate, riportate e con link di riferimento in ogni contenuto – E’ possibile esercitare i diritti di cui all’art. 7 del Codice Privacy (D.Lgs. 30/06/2003 n. 196) Diritto all’oblio, Sentenza Corte di giustizia europea (C131/12,13 maggio 2004) indicando nell’oggetto del messaggio “Richiesta di cancellazione”, specificando il link di cui si richiede la rimozione scrivendo all’indirizzo e-mail info@socialboost.it. Social Boost non ha nessuna intenzione di violare i diritti di terzi. Fonti e Link di Approfondimento sono segnalati, estratti o reperiti dal Web, i contenuti non vengono alterati e proposti nel rispetto degli Autori (minimo contenuto previa citazione della Fonte ed Eventuale Link) al fine di offrire un servizio utile all’approfondimento di Articoli correlati e provenienti da fonti autorevoli. Nel caso in cui la pubblicazione di tali contenuti dovesse ledere il diritto d’autore, si prega di contattarci per la loro immediata moderazione e/o rimozione

Le foto presenti su Social Boost possono essere prese da internet e ritenute di pubblico dominio. La maggior parte delle immagini provengono da terze fonti (specificate nelle pagine). Nel caso in cui i soggetti interessati, gli autori, eventuali detentori di interessi o altri diritti volessero opporsi alla pubblicazione, si prega di segnalarlo per la rimozione.

Un un’idea che aiuta a dar voce alla media editoria di grande qualità e a diffondere i suoi contenuti. Segnalando il Tuo blog Sito web darai l’opportunità a Social Boost di verificare la qualità editoriale del tuo blog, il tuo blog sito web potrà essere incluso all’interno del network e opportunamente diffuso in tutta la rete. Social Boost è Network Divulgativo, puoi seguire e trovare nuovi Aggiornamenti dal Web, leggere le ultime News proposte dagli utenti, conoscere sempre nuovi siti e blog… © SocialBoost.it – Contattaci direttamente a info@socialboost.it

Copyright © 2022 Socialboost.it

In alto