In una foresta è meglio incontrare un uomo o un orso? Per alcune donne la risposta è ovvia

Incontrare un orso nel mezzo del bosco potrebbe essere spaventoso, ma a volte meno pericoloso che incontrare un uomo con cattive intenzioni

Gli animali che popolano il bosco possono essere pericolosi, ma alla domanda “Se fossi da sola nel bosco, preferiresti incontrare un orso o un uomo?” La maggior parte delle donne ha riposto che preferirebbe incontrare un orso.

Ovviamente, questa indagine ha aperto un dibattito molto ampio che mette in luce un aspetto importante della società in cui viviamo: le donne si sentono insicure e hanno paura degli uomini, più di quanta ne hanno di un animale pericoloso e imprevedibile come l’orso, che per difendere il suo territorio può arrivare ad uccidere senza esitazione.

Il sondaggio di Screenshot HQ

La domanda è stata lanciata sui social dal profilo TikTok Screenshot HQ. A una dozzina di donne è stato chiesto se preferissero imbattersi in un orso o in un sconosciuto nel bosco da sole, e solo una donna ha scelto l’uomo.

La maggior parte di loro ha ammesso che avrebbe preferito imbattersi in un orso, aggiungendo che sarebbe stato più pericoloso e spaventoso incontrare uno sconosciuto.

Da qui l’effetto a catena tipico dei social ha fatto in modo che migliaia di donne rispondessero allo stesso quesito e decidessero di condividere la loro scelta nei commenti: meglio incontrare un orso. 

Un termine di paragone inaspettato

Il sondaggio mette in luce quando le donne di tutto il mondo avvertano nel genere maschile una minaccia ancora più grande di quella costituita da un animale che agisce d’istinto, assecondando i propri impulsi.

Questo è dovuto alle violenze e agli stupri sempre più in aumento, che mostrano un volto spaventoso del mondo in cui viviamo, una realtà fatta di uomini che, alla stregua di animali, seguono i loro istinti, il loro volere senza razionalità, prendendosi ciò che vogliono a scapito delle donne, che ad oggi arrivano a sentirsi più sicure in compagnia di un orso potenzialmente letale rispetto che di un uomo, quasi come se le sue azioni fossero più prevedibili di quelle di un uomo.

donna cammina da sola nel bosco
Chi vorresti incontrare nel bosco? – Unsplash – socialboost.it

Ecco alcuni commenti sotto a questo video di Screenshot HQ che dovrebbero fare riflettere:

“Nessuno mi chiederà se ho provocato l’orso o mi darà un opuscolo con dei consigli per prevenzione degli attacchi dell’orso”

“Conosco le intenzioni dell’orso. Non sono le intenzioni di un uomo, a prescindere da quanto possa sembrare gentile”

È come se ci fossero più probabilità di sopravvivere all’orso, come se fosse più plausibile incontrare un orso “amichevole” piuttosto che un uomo dalle buone intenzioni. E i dati sulle violenze e le aggressioni purtroppo non fanno altro che confermare questo paragone che a primo acchito potrebbe sembrare paradossale.

Una prospettiva maschile

Cosa succederebbe se si ponesse il quesito ad un uomo? Meredith Steele, conosciuta su TkTok come @babiesofsteele, ha chiesto a suo marito la stessa cosa:

“Preferiresti che nostra figlia fosse bloccata nel bosco con un orso o un uomo?”

“Meglio l’orso, forse è un orso amichevole”

È stata la risposta dell’uomo dopo aver affermato che in realtà preferirebbe che loro figlia non si trovasse mai all’interno di nessuno dei due scenari ipotetici.

Anche gli uomini, quindi, avvertono il pericolo che una donna si trova a vivere ogni giorno.

Conclusioni che fanno riflettere

Il TikTok in questione è stato visto oltre 14 milioni di volte e i commenti sono stati a migliaia, come se inconsciamente questa domanda fosse meno assurda di quanto potesse sembrare.

Non si trattava di un indovinello o di una battuta da terminare, ma di una domanda in grado di accendere un dubbio che nel profondo ogni donna sente, perché se un tempo gli incubi si popolavano di mostri, animali pericolosi pronti a darti la caccia e farti del male, ad oggi è avvenuta una metamorfosi e queste creature e questi animali pericolosi si sono condensati nella figura dell’uomo, perché ad oggi è l’uomo che uccide, che violenta, che ferisce, senza un motivo apparente.

Quello che bisogna tenere presente, però, è che non bisogna fare di tutta l’erba un fascio: esistono uomini pericolosi e brave persone consapevoli del problema e che vorrebbero cambiare le cose.

L’unico modo per cambiare la società in cui viviamo ed eliminare l’insicurezza, il dubbio e la paura dalla vita delle donne è cercare di rendere gli uomini più consapevoli di come possa sentirsi una donna a camminare da sola, che sia in mezzo ad un bosco al buio o su un marciapiede sotto la luce del sole.

Forse, se questa sensazione diventasse familiare un po’ di più anche a loro, se l’educazione facesse leva su giusti valori sia nel contesto familiare che a scuola, si potrebbe sperare in una realtà in cui l’uomo possa smettere di essere considerato il predatore da temere.

Impostazioni privacy