Scienza e Tecnologia

Novità dallo spazio, il nuovo LHC del CERN

Se è vero che “il futuro influenza il presente tanto quanto il passato”, per citare un pensatore “qualunque” del calibro di Nietzsche, oggi in Italia avremo scuole high-tech, connessioni veloci da nord a sud, strade impeccabili… ok, ne abbiamo abbastanza di politica e di didattica a distanza per cui ricominciamo da capo. L’universo si allontana e noi ci avviciniamo sempre di più. “Dove stiamo andando non c’è bisogno di strade!” disse Doc a Marty McFly, facciamo anche noi un bel ritorno al futuro con le novità provenienti dallo spazio (non più tanto) profondo. Nessuno in passato avrebbe immaginato minimamente internet, l’informatica o la robotica. Si ipotizzavano auto volanti, la vita extraterrestre, gli uomini su Marte ma… riflettendoci bene tutto questo è quasi realtà! Ecco le news più interessanti dal mondo della scienza.

Il nuovo LHC del CERN

Partiamo coi piedi ben ancorati sulla Terra. E perché no, spingiamoli anche sotto Terra, un po’ come fanno a Ginevra. Probabilmente 27 chilometri di tunnel per un acceleratore di particelle non erano sufficienti. Era questo l’LHC, la struttura sotterranea posta sotto il Cern di Ginevra, che ha mostrato al mondo “la particella di Dio”, il bosone di Higgs. Ebbene, gli scienziati del Cern si sono spinti oltre, costruendo un nuovo tunnel lungo ben 100km e che permetterebbe alle particelle di viaggiare ad una velocità 7 volte superiore a quella dell’LHC. Stiamo parlando del Future Circular Collider, o FCC, impegnato a ricercare e scoprire nuove e sconosciute particelle che potrebbero appartenere non solo al nostro mondo ma anche all’universo stesso. Affascinante, non è vero?

Acqua sulla Luna

La conferma ufficiale è datata 26 ottobre 2020. Sono due gli studi pubblicati su Nature che affermano la presenza inconfutabile della tanto e preziosa (e vitale) sostanza sul suolo lunare: il primo è della NASA e il secondo dell’Università del Colorado. Lo studio della NASA ha rilevato la molecola dell’acqua, H2O, mentre quello dell’Università del Colorado stima che più di 40.000 km quadrati di superficie lunare potrebbero celare, in piccole cavità ombreggiate, acqua sotto forma di ghiaccio. Non ci resta che aspettare il sequel della canzone di Tormento e J-Ax, “Acqua sulla Luna”!

Lander indiano sulla Luna

Anche l’India partecipa alle esplorazioni spaziali. L’obiettivo è ancora una volta il nostro satellite. Già in passato fecero due tentativi che, purtroppo, non andarono come previsto. La prima missione, Chandrayaan-1, ha visto il suo rover atterrare e veder perdere i contatti con la sonda dopo circa un anno di permanenza sul suolo lunare; nella seconda missione, Chandrayaan-2, il lander si è schiantato sul suolo grigio della nostra amata Luna. Con la terza missione, se non dovesse fallire, l’India potrebbe essere il quarto paese al mondo a completare un atterraggio morbido sul nostro satellite, dopo Russia, Stati Uniti e Cina. Il paese asiatico ha anche in progetto di mandare tre astronauti nello spazio per un minimo di sette giorni.

SpaceX Starship

Elon Musk. Che personaggio geniale e innovativo. Uno scienziato di 51 anni contemporaneo, anticonvenzionale, carismatico, tanto da prestare la sua voce per l’episodio dei Simpson “Il Musk che cadde sulla terra” e per quello di Rick and Morty “Qualcuno volò sul nido di Morty”. Il fondatore di Tesla, Neuralink, The Boring Company e PayPal è anche la mente dietro SpaceX, l’azienda che ha come obiettivo finale la colonizzazione di Marte. La Starship è l’ultima creazione dell’azienda aerospaziale di Musk, una navicella spaziale interplanetaria in grado di trasportare passeggeri da e verso Marte. Molti test sono andati a buon fine, quindi affrettiamoci, non manca molto e i biglietti andranno a ruba!

Rover NASA Perseverance

Il 30 luglio 2020 la NASA, dopo il successo ottenuto con Curiosity, ha lanciato un nuovo rover su Marte: Perseverance. L’atterraggio è previsto per il 21 febbraio 2021, data da segnare in agenda. L’obiettivo della missione è indagare il suolo marziano alla ricerca di elementi di vita biologica passata. Come sappiamo sono stati individuati letti di fiumi asciutti sul pianeta rosso, ma senza prove tangibili non è possibile affermare al 100% che ci sia vita su Marte: i marziani “ancora” non esistono.

Telescopio NASA James Webb

Nonostante il Covid-19 non abbia risparmiato nessuno, scienza compresa, la NASA ha continuato a sviluppare i suoi progetti tanto ambiziosi quanto rivoluzionari per l’umanità intera. Ha annunciato, infatti, una nuova data ufficiale per il lancio del più maestoso e potente telescopio spaziale mai realizzato, il James Webb Space Telescope: 31 ottobre 2021, altro memo sul calendario. Questa meraviglia della tecnologia verrà inserita in cima ad un razzo che sarà lanciato, destinazione Sole, dalla base in Guyana Francese. Una volta raggiunta la meta, il razzo sgancerà il nostro nuovo “occhio terrestre” per osservare e studiare le primissime costellazioni, formatesi subito dopo il big bang. La ricerca di pianeti potenzialmente abitabili si fa sempre più avvincente!

Più Letti

In alto